Negli ultimi anni Intel non ha avuto la necessità di considerare AMD come un rivale e gli utenti avevano pochi motivi per scegliere quest’ultima come valida alternativa, soprattutto nelle soluzioni portatili.

Nel 2018 AMD ha iniziato a recuperare quote di mercato grazie a soluzioni desktop particolarmente convenienti nel rapporto tra prezzo e prestazioni

All’inizio del 2019 AMD rilascia la seconda serie di processori “Ryzen” destinati alla mobilità, tuttavia trova un’accoglienza glaciale da parte dei produttori di notebook che rimandano più volte l’adozione avendo il timore di riscontrare gli stessi piccoli difetti rilevati sulla prima serie, risalente al 2018

Finalmente, nella seconda parte del 2019, iniziano ad trovarsi sul mercato alcuni notebook basati sulla nuova piattaforma

 

Uno dei cavalli di battaglia è il Ryzen 5 3500U, processore di fascia media che si posiziona come concorrente del rodato Intel i5-8250U e che lo surclassa grazie ad una scheda video integrata ben più potente, nonostante il prezzo decisamente conveniente

L’abbiamo provato con il Lenovo V155-15API. Notebook di fascia aziendale con un design sobrio ed elegante.

A bordo troviamo il processore Ryzen 5 3500U, dotato di 4 core fisici e 8 logici, frequenza di 2.1 Ghz in grado di salire fino a 3.7 Ghz in modalità turbo con un consumo complessivo di soli 15W.

 

La scheda video integrata nel processore è la fortunata Radeon Vega 8, dotata di 8 core logici, in grado di competere con i chip video dedicati come la nVidia MX230 ed il doppio più prestante della UHD 620 integrata nei processori Intel.

Troviamo inoltre 8Gb di RAM DDR4 espandibili a 16Gb.

 

La memorizzazione è affidata ad un disco solido M.2 con interfaccia NVME. Si tratta dell’ottimo Western Digital SN520 che nei nostri test ha raggiunto 1700MB/s in lettura e 1300MB/s in scrittura, un risultato davvero notevole per un notebook di fascia media.

Il display è un pannello TN da 15.6” con risoluzione FullHD. Monitor di buona qualità che non evidenza difetti frequenti quali infiltrazioni di luce o mancanza di omogeneità. La finitura opaca rende comodo l’utilizzo del portatile anche in condizioni di luce non ottimali, l’angolo di visuale è nella norma.

Il chip WiFi è un realtek 8821CE che supporta lo standard 802.11ac completa di Bluetooth 4.2

Varie le porte di connessione presenti: oltre a LAN ed HDMI troviamo due porte USB 3.0 e l’uscita per le cuffie. Non mancano il masterizzatore DVD e la WebCam. Gli speaker integrati sono stereo e di qualità standard, vantano la certificazione Dolby.

La tastiera ad isola è comoda, i tasti sono morbidi e la corsa adeguata. E’ presente il tastierino numerico

I nostri test si sono concentrati particolarmente sull’analisi delle temperature d’esercizio: era infatti questo il difetto maggiore nelle serie precedenti su piattaforma AMD.

Avevamo testato un Ryzen 2 2500U durante lo scorso anno e la ventola doveva sostenere ritmi allegri per tenere a bada le temperature.

Abbiamo spremuto quindi il processore con benchmark in grado di simulare sessioni di gioco e di elaborazione 3D e, come evince dagli screenshot allegati, anche dopo diversi minuti di stress, le termperature rimangono nella norma con un picco di 75°.

Il rumore prodotto dalla ventola non è mai eccessivo anche nei momenti di sforzo maggiore, non risultando mai fastidioso. Il sistema di dissipazione riesce a riportare la temperatura di esercizio a meno di 40° in idle in pochi secondi dopo la fine dei test.

Le prestazioni sono risultate in linea con le promesse fatte da AMD; sia nei benchmark che negli scenari di uso reale questo notebook supera facilmente la fascia media proposta da Intel.

La batteria integrata da 36Wh si comporta egregiamente. Nell’immagine di seguito si evidenzia come durante la riproduzione di un video su Youtube in risoluzione 4K e connessione WiFi siano necessarie più di 2 ore prima di aver bisogno di collegare l’aliementazione. La ricarica completa da PC spento dura poco più di 1h.

Il peso del prodotto è di circa 2.2 kg.

La valutazione complessiva non può che essere positiva, soddisfando le esigenze di potenza e flessibilità questo notebook Lenovo ha tutte le carte in regola per dare grandi soddisfazioni sia in ambito casalingo che lavorativo. Siamo quindi felici di aver testato questa nuova soluzione AMD e siamo impazienti di testare il fratello maggiore, sempre in versione mobile, Ryzen 3750H, sul quale dovremmo riuscire a mettere le mani nei prossimi giorni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *